venerdì 22 settembre 2017

Michele Vittori: Bambini indiani


La signora Montessori affermava che un bambino diventerà un cittadino sereno o un individuo aggressivo a seconda di come è stato trattato nei primi anni, a casa e a scuola.
Ci sono bambini che non solo non vanno a scuola ma tante volte non hanno neanche una casa. La loro infanzia viene vissuta subendo solo violenza fisica e mentale. Molte culture infatti, considerano l'infanzia come una proprietà degli adulti e invece di proteggerli e difenderli da ingiustizie, malnutrizione e malattie, si adoperano per sfruttarli nel lavoro.
Michele Vittori nel suo "Indian children" raccoglie la quotidianità dei bambini indiani. Le sue immagini raccolgono la loro vita, i loro sguardi, dove la violenza traspare e segna la loro esistenza.
Quando una foto mostra una realtà e non lascia indifferente è una foto che vale più di tante parole. Le immagini di Michele Vittori riescono a trasmettere questo messaggio, un messaggio di valore.

QUI la sua galleria in Flickr.

giovedì 21 settembre 2017

Andy Spyra



Andy Spyra è un fotografo tedesco, attratto da quella "regione" incastonata tra Cina, India e Pakistan, chiamata Kashmir. Nel suo portfolio, oltre alla Valle di lacrime, troviamo Singles e Ongoing frutto dei sui molteplici viaggi sempre nel Kashmir.
Oltre alla regione sopracitata troviamo un bel reportage sulla Palestina panoramica per concludere con una selezione molto curiosa di foto sulle donne boxer indiane e una assai tragica e quindi non per animi sensibili, sulla strage di Bhopal.

mercoledì 20 settembre 2017

OVO (video enciclopedia)

OVO è una video enciclopedia online in lingua italiana e inglese, attiva dal 13 dicembre 2010.
Il progetto prevede la pubblicazione online e satellitare di migliaia di videoclip prodotte da un network di creativi sparsi in tutto il mondo della durata di circa tre minuti ciascuna, corrispondenti ad altrettante voci enciclopediche il cui testo è approvato dall'Enciclopedia Treccani. (Wikipedia)

martedì 19 settembre 2017

Le tempeste di Mitch Dobrowner


L'osservare le nuvole, il loro repentino cambiamento soprattutto nei cieli di montagna è da sempre una delle mie passioni. Stare a guardare il cielo, affascinato dalla sua implacabile mobilità è un piacere incommensurabile che non ho mai smesso di concedermi.
Le nuvole fotografate da Mitch Dobrowner non sono proprio esattamente quelle "nostrane" candide o dalle tonalità biancastre, anzi, il nostro fotografo è specializzato in quelle opposte, lui fotografa le nubi quando sono piene di acqua e di energia, quando spesso fanno paura, molta paura.
Nel suo sito ne potete vedere di grandiose, possenti ma non solo, Mitch infatti, ha inserito anche altre sezioni che portano il tema di: terra, acqua, alberi e urbani.

lunedì 18 settembre 2017

Michael Kenna

Il mondo visto dal giapponese Michael Kenna prende qualsiasi altra dimensione: i suoi paesaggi sono interamente in bianco e nero, le sue fotografie sono sobrie e giocano sulle forme ed i contrasti per immergerli in un universo quasi onirico.

sabato 16 settembre 2017

Saluti e baci #19/20


Il sergente maggiore John Rosner con la fidanzata Jerry Goodman al porto di Seattle - tra i bicchieri di plastica lasciati dagli altri soldati - dopo esser tornato dalla guerra di Corea, 4 maggio 1952
(AP Photo/Seattle Post-Intelligencer/John M. "Hack" Miller)


Una madre bacia il figlio prima che si aggiunga a un distaccamento russo per combattere contro i nazisti, 1942
(Hulton Archive/Getty Images)

venerdì 15 settembre 2017

Le 25 foto più rare della storia #25

25. Benito Mussolini nel 1903 all’età di 20 anni in seguito all’arresto durante uno sciopero generale in Svizzera (da notare, l’erronea dicitura “Mussolini Benedetto”).


giovedì 14 settembre 2017

Le nuvole


Vi piacciono le nuvole? Tra i vari siti che se ne occupano, questo (oltre 5.000) è il più conosciuto. Arrivano foto da tutto il mondo, alcune semplicemente spettacolari. Oltre alle foto ci sono anche poesie, chat, shopping e quant'altro abbia a che fare sempre con lo stesso tema: le nuvole.