sabato 18 aprile 2015

Michail Ajzenberg

il sabato poesia

Come il silenzio trapassa
in un ronzio sotto la fronte,
così l'appartamento alla chetichella
è diventato proprietà
di mediocri oggetti da regalo.
Nel loro museo immaginario
nessuno gli ha assegnato un posto:
ci sono sempre stati;
qui si ergevano, foderati
di una paziente asfissia,
lasciati dal riflusso
di una festosa onda svanita.
E alla parete una foglia autunnale
turbina sul normografo.
L'aria pesante è zuccherina,
ma in essa non c'è delizia.

traduzione di Paolo Galvagni - AA. VV. - La nuova poesia russa - a cura di Paolo Galvagni - Crocetti Editore 2003

domenica 12 aprile 2015

sabato 11 aprile 2015

Alfred Kolleritsch

il sabato poesia

Nello sguardo

Sopra le nubi o sotto le nubi
si allontana verso la fine,
prima
e decenni, a contarli.

Sui prati, nei campi,
nei viottoli
come presente di una voce,
scrive il fuoco
una montagna,
che svetta.

Fuggevole pretende l'inizio,
più lungo lo sguardo
prima del giorno.

Traduzione di Riccarda Novello - Alfred Kolleritsch - Il primato della fioritura - a cura di Riccarda Novello - Crocetti Editore 2000

venerdì 10 aprile 2015

Marcel Proust


La fotografia acquista un po’ della dignità che le manca quando cessa di essere una riproduzione della realtà e ci mostra cose che non esistono più. 
Marcel Proust (All’ombra delle fanciulle in fiore, 1919)