venerdì 4 maggio 2018

Uno sguardo su Atene in time lapse


Il ritratto di Atene in time lapse realizzato da Alexandros Maragos. Dal Pireo al monte Parnitha, dall'Acropoli allo Zappeion, dall'Accademia allo Stadio Panathinaiko.
7.000 anni di storia concentrati in una moderna capitale, culla della civiltà occidentale.

mercoledì 2 maggio 2018

I 10 quadri più costosi di sempre

Che alcuni quadri abbiano in prezzo maggiori di altri è ormai scontato, ma quali sono i quadri più costosi di sempre? 
Picasso, Gauguin, Cezanne sono solo alcuni degli autori dei quadri più venduti di sempre. Ecco una classifica, pubblicata su sito del telegraph dei quadri più costosi di sempre. I prezzi sono veramente notevoli!


Nafea faa ipoipo di Gauguin
Nafea faa ipoipo, la cui traduzione è “Quando ti sposi?”, è un quadro di Paul Gauguin nel 1892. Il quadro, rappresentante due donne polinesiane, è stato dipinto dal pittore durante uno dei suoi viaggi a Tahiti. Il Qatar ha acquistato il quadro da un collezionista svizzero per l’incredibile cifra di 300 milioni di dollari.

I giocatori di carte di Paul Cezanne
Sempre del Qatar è l’acquisto anche del secondo quadro più costoso di sempre, pagato circa 250 milioni di dollari. il quadro in questione è “I giocatori di carte” di Paul Cezanne, realizzato tra il 1890 e il 1895 e conservato oggi al Museo d’Orsay.

N. 6 (Viola, verde e rosso) di Mark Rothko
Dmitry Rybolovlev, un miliardario russo, ha pagato 186 milioni di dollari il quadro di Rothko, classificandosi al terzo posto dei quadri più venduti.

Le donne di Algeri di Pablo Picasso
Le donne di Algeri è un quadro realizzato nel 1955 da Picasso, ispirate all’omonimo quadro di Delacroix. Nel 2015 quadro è stato comprato per 179 milioni di dollari, il prezzo più alto mai pagato all’asta per un dipinto fino a quel momento.

No 5, 1948 di Jackson Pollock
Il quadro di Pollock, considerato uno dei maggiori esponenti dell’ espressionismo astratto, è stato venduto nel 2006 a 140 milioni di dollari dal magnate David Geffen.

Woman III di Willem de Koonin
Il dipinto è stato venduto sempre da David Geffen nel 2006, è stato acquistato da Steven Cohen aò prezzo di 162 milioni di dollari.

Le Réve di Pablo Picasso
Un altro quadro di Picasso tra i più costosi della storia, si tratta di “Le Réve” venduta nel 2013 per 158 milioni di dollari al miliardario Steven A. Cohen.

Ritratto di Adele Bloch-Bauer di Gustav Klimt
Il “Ritratto di Adele Bloch-Bauer” è un stato realizzato da Gustav Klimt realizzato nel 1907. Viene considerato il più rappresentativo del suo «periodo dorato». Nel 2006 il quadro è stato venduto per 158 milioni di dollari.

Ritratto del dottor Gachet di Vincent Van Gogh
Il quadro di Van Gogh raffigura il dottor Gachet, il medico che si prese cura di lui negli ultimi mesi della sua vita. Nel 1990 è stato venduto per 155 milioni di dollari a un mercante d’arte di Tokyo, per conto dell’industriale giapponese Ryoei Saito.

Three studies of Lucian Freud di Francis Bacon
Il trittico di Bacon, rappresentante l’artista Lucian Freud, è stato realizzato nel 1969. Il quadro è stato venduto alla cifra di 142,4 milioni di dollari, divenendo il quadro più pagato fino a quel momento.

lunedì 23 aprile 2018

I vincitori dei Sony World Photography Awards 2018

Gli italiani dominano nella cerimonia di premiazione dei Sony World Photography Awards 2018, aggiudicandosi il primo posto in ben tre categorie diverse.


L’Italia è stata ben rappresentata ai Sony World Photography Awards 2018, con la World Photography Organisation che ha proclamato tre vincitori in altrettante categorie: Architettura (Gianmaria Gava “Buildings”), Paesaggio (Luca Locatelli “White Gold”) e Natura e Animali Selvatici (Roselena Ramistella “Deep Land”). Altri tre connazionali, Antonio Gibotta, Matteo Armellini ed Eduardo Castaldo, sono saliti sul podio nelle categorie Scoperta (secondo posto), Sport (terzo posto) e Fotografia Creativa (terzo posto).

Link al sito Worldphoto

venerdì 20 aprile 2018

30 splendide fotografie vintage di New York tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX secolo

Le prime forme di trasporto di massa nella City erano le auto a cavallo, che erano carrelli trainati da cavalli. Poi vennero le ferrovie di strada, che a Manhattan erano elevate. Questi sarebbero stati i principali mezzi di trasporto di massa prima che la metropolitana iniziasse a funzionare intorno al volgere del XX secolo. I taxi trainati da cavalli erano onnipresenti fino a quando non furono sostituiti da quelli a motore.

La maggior parte delle persone alla fine del 1800 non viaggiava in città / metro come facciamo oggi. Vivevano più vicino a dove lavoravano e per lo più camminavano verso il loro lavoro o verso il loro fare le loro commissioni / mantenere gli appuntamenti. Qui di seguito una raccolta di 30 fantastiche fotografie vintage che catturano scene di strada di New York tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX secolo.


Link per vedere le 30 fotografie

lunedì 16 aprile 2018

I vincitori del World Press Photo 2018

Le foto del più importante premio di fotogiornalismo al mondo


È stato annunciato il vincitore del World Press Photo of the Year, il più importante premio del più importante concorso di fotogiornalismo al mondo, organizzato dall’omonima fondazione olandese dal 1955: è il fotografo venezuelano Ronaldo Schemidt, che lavora per l’agenzia Agence France-Presse. La fotografia con cui ha ottenuto il premio mostra un ragazzo di 28 anni che indossa una maglietta che sta bruciando; è stata scattata durante una manifestazione di protesta contro il presidente venezuelano Nicolas Maduro, avvenuta a Caracas nel maggio 2017. La foto ha anche vinto il primo posto nella categoria Spot News, immagini singole.

Link alle 46 immagini

venerdì 13 aprile 2018

15 foto finaliste del concorso dello Smithsonian

Scelte tra le oltre 48mila che sono state inviate da tutto il mondo al mensile del celebre istituto di Washington


Lo Smithsonian Magazine ha annunciato le foto finaliste del prestigioso concorso fotografico che organizza ogni anno dal 2004. Le 60 fotografie scelte sono state selezionate tra 48mila foto proposte, arrivate da 155 paesi, e sono divise in sette categorie: Natural World (Natura), People (Persone), The American Experience (Esperienza americana), Altered Images (Immagini ritoccate), Mobile (Immagini scattate da dispositivi mobili) e Travel (Viaggi). Fino al 26 marzo sarà possibile votare sul sito il Readers’ Choice winner, cioè l’immagine più bella secondo i lettori: il giorno dopo verranno annunciati i vincitori in ogni categoria.

Dal 1970 lo Smithsonian Magazine è il mensile ufficiale dello Smithsonian Institution, un istituto di istruzione e ricerca amministrato e finanziato dal governo degli Stati Uniti con sede a Washington DC, che gestisce 19 musei negli Stati Uniti e nel mondo.

Link per le 15 fotografie

mercoledì 11 aprile 2018

Un video in time–lapse per scoprire la natura del Canada (F)

Per realizzare il documentario Alive | Canada 4K, il regista e fotografo tedesco – di Stuttgart – Flo Nick ha viaggiato per 5.500 chilometri in sei settimane.

I territori del Canada esplorati e immortalati dal regista sono stati la British Columbia e l’Alberta. Alive è composto da 54.000 singoli scatti fotografici; è dunque un video in time–lapse che esplora le foreste, i laghi cristallini, le coste e le montagne canadesi.

Scopo del documentario, afferma Nick nel testo di presentazione del film, è quello di sensibilizzare gli spettatori alla bellezza e delicatezza del pianeta Terra.