domenica 31 gennaio 2010

Le fantastiche macrofoto di Igor Siwanowicz


Igor Siwanowicz è un fotografo naturalista di grande talento. Grazie al suo lavoro possiamo apprezzare aspetti del regno animale che il nostro occhio non avrebbe la possibilità di captare. Siwanowicz figlio di una coppia di biologi è stato allevato in una casa piena di atlanti illustrati e album naturalisti, era inevitabile quindi che intraprendesse la carriera scientifica per poi diventare fotografo naturalistico free-lance.
La combinazione delle sue immagini è un mix di colori vivaci, texture e creatività con un'attenzione particolare ai dettagli, il tutto rafforzato dalla sua bravura.
Non è difficile trovare le sue fotografie sono infatti sparse in molti sitiweb, in questo però, oltre alla grande dimensione è possibile vederne una sessantina. 

sabato 30 gennaio 2010

Francisco Véjar

agenda letteraria Ciò che ti offro

Nulla di ciò che t’offro
è irraggiungibile:
cieli e solchi d’uccelli, carezze come nubi
– il tuo cuore che batte inimitabile –
Tutto questo è possibile
senza bisogno di fantasticare.

Altro non siamo che argentate tracce
lasciate dalle chiocciole nei luoghi
visitati nei sogni.
E mai nessuno chiederà in che giorno
o in che mese viviamo.

Un lampo che s’incunea dentro il tempo
è quanto ci rimane da salvare.
L’illusione di stare l’un con l’altro.

Nulla di ciò che t’offro
può sembrare impossibile:
pensieri in volo simili ad uccelli,
un ponte teso fra i nostri due mondi.

mercoledì 27 gennaio 2010

27 Gennaio: Giornata della memoria


“Un’altra cosa ancora dopo quella mattina: la mia consapevolezza di non essere capace di odiare gli uomini, malgrado il dolore e l’ingiustizia che ci sono al mondo, la coscienza che tutti questi orrori non sono come un pericolo misterioso e lontano al di fuori di noi, ma che si trovano vicinissimi e nascono dentro di noi. E perciò sono molto più familiari e assai meno terrificanti.

Quel che fa paura è il fatto che certi sistemi possano crescere al punto da superare gli uomini e da tenerli stretti in una morsa diabolica, gli autori come le vittime: così, grandi edifici e torri, costruiti dagli uomini con le loro mani si innalzano sopra di noi, ci dominano, e possono crollarci addosso e seppellirci.”
Etty Hillesum, Diario 1941-1943

(Etty è morta ad Auschwitz il 30 novembre 1943)

sabato 23 gennaio 2010

José Emilio Pacheco

agenda letteraria Antielegia

Mio unico tema è ciò che non è più.
La mia ossessione, quanto si è perduto.
Mai più – il mio pungente ritornello.
Eppure amo questo cambio perpetuo,
questo variare istante dopo istante:
senza di lui ciò che chiamiamo vita
sarebbe di pietra.

venerdì 15 gennaio 2010

Dodici mesi in 120 secondi





Eirik Solheim è un blogger norvegese che ha creato questo splendido video dove mostra il passare del tempo nell'arco di un anno. Si vedono quindi, i passaggi delle quattro stagioni e i suoi relativi cambiamenti. Tutto questo viene riassunto in 120 secondi.
Per vedere il video in dimensioni più grandi clicca qui.

mercoledì 13 gennaio 2010

I cortometraggi di TheHydeTube

Per gli amanti dei cortometraggi TheHydeTube è senz'altro una fantastica vetrina che mette a disposizione la visione di piccoli gioielli animati. I video si possono scegliere sulla homepage attraverso le thumbnail o con il motore di ricerca interno. E' possibile trovare spot commerciali, musicali, short film ma soprattutto una serie di animazioni di vero valore eseguiti da giovani registi. La vera caratteristica comunque di questo sito è la qualità complessiva dei cortometraggi, davvero ottima.
Qui è possibile vedere i video che hanno vinto il "HydeTube Festival" del 2009. 

sabato 9 gennaio 2010

Dana Gioia

agenda letterariaDivinazione

Essere sempre pronti all’imprevisto.
Può visitarti qualcuno che hai sognato.
Meglio pulire casa per fare buona figura.
Ci sono cose a cui non dovresti pensare.

Può visitarti qualcuno che hai sognato.
È un vecchio amico che non riconosci?
Ci sono cose a cui non dovresti pensare.
Chi è l’estraneo comparso alla tua porta?

È un vecchio amico che non riconosci?
Nota il freddo scrutare dei suoi occhi.
Chi è l’estraneo comparso alla tua porta?
Ti chiedi a volte cosa stai aspettando.

Nota il freddo scrutare dei suoi occhi.
Meglio pulire casa per fare buona figura.
Ti chiedi a volte cosa stai aspettando.
Essere sempre pronti all’imprevisto.

martedì 5 gennaio 2010

Marcel Duchamp


Molto attiva la comunità che gira intorno all'artista francese (naturalizzato statunitense) Marcel Duchamp. Lo dimostra l'interessante e completo sito web che offre la possibilità di consultare oltre alla sua biografia animata da video, anche una serie di immagini, una pagina multimedia e altre due veramente interessanti, la prima con le sue opere e la seconda con dei brevissimi video, tutti accompagnati da musica scelta ad hoc!
Merita una visita questo sito dell'artista dell'arte da orinatoio. 

sabato 2 gennaio 2010

Jorge Guillén

agenda letteraria Presagio

In te si fa profumo anche il destino.
Batte la vita tua non mai vissuta
dentro di me, tic tac di nessun tempo.

Che fa se il sole estraneo non illumina
queste figure da noi non sognate,
create sì, dal nostro doppio orgoglio?

Non conta. Così sono più veraci
che parvenze di luci inverosimili
negli scorci dell’obbligo e del caso.

Tutta tu convertita nel presagio
tuo, ma senza mistero!: un’irrompente
verità di assoluto ti sostiene.

Che fu di quell’enorme e così informe
pullulare di oscuro dal profondo,
sotto le solitudini stellate?

Le stelle insigni di lassù non guardano
la nostra notte che non ha segreti.
Resta tranquillo quel profondo buio.

L’oscura eternità non è già un drago
celeste! Le nostre anime conquistano
non viste una presenza tra le cose.