giovedì 9 febbraio 2017

40 posti da vedere nel 2017, scelti dal Guardian #7

Sabah, Malesia


Le bellezze naturali del bacino del fiume Maliau, nello stato malesiano di Sabah, nella regione del Borneo, è una delle zone della Terra meno frequentate dagli esseri umani: è stato scoperto dagli occidentali solo nel 1947, quando un pilota rischiò di precipitarvi con il suo aereo, e solo negli anni Ottanta delle persone lo esplorarono. Infatti il bacino è costituito da una grande conca, una specie di anfiteatro naturale con pareti alte 1.600 metri, scavato in un altopiano. All'interno del bacino si trova una foresta tropicale che è uno dei luoghi con la più ricca biodiversità del mondo: ci vivono mammiferi rari come il rinoceronte di Sumatra, l'elefante pigmeo, il leopardo nebuloso, l'orso del sole e la scimmia nasica. La maggior parte dei visitatori sono scienziati e ricercatori, ma i turisti possono partecipare a tour organizzati e, da poco tempo, fare delle escursioni da soli, anche se il numero massimo di persone che possono entrare nella zona contemporaneamente. Per fare trekking nel bacino bisogna essere campeggiatori esperti.
Per arrivare al bacino, famoso anche per le sue numerose cascate, si impiegano quattro ore di automobile da Kota Kinabalu e due e mezza da Tawau.
Nella fotografia, scattata il 6 febbraio 2013, un orango che gioca su una corda nella riserva di Sandakan, nello stato di Sabah.
(MOHD RASFAN/AFP/Getty Images)

Nessun commento:

Posta un commento