domenica 30 ottobre 2016

I 20 siti Unesco più spettacolari d’Italia #7

Area archeologica di Agrigento

Altro giro, altra corsa: la macchina del tempo ferma in Magna Grecia, con approdo nella Valle dei Templi, ad Agrigento. Un posto magico, un sito archeologico che si estende su circa 1300 ettari e che racconta una storia che inizia nel VI sec. a.C., con la fondazione dell’antica colonia greca di Akragas, città ellenistica, prima, e punico-romana, poi, quando cambierà nome in Agrigentum, una volta conquistata dai Romani. Gli imponenti templi, le necropoli, le agorà, e gli acquedotti sotterranei vi faranno affermare, a ragione, che questo luogo è unico al mondo.


giovedì 27 ottobre 2016

La storia nelle foto di Reuters #45


Una donna di etnia albanese allatta il suo bambino mentre raggiunge insieme ad altre 2mila persone i confini della Macedonia dopo avere abbandonato il Kosovo: molti profughi albanesi raggiunsero la Macedonia il 30 marzo 1999 passando per una zona montagnosa: furono bloccati dall'esercito macedone per parecchie ore e passarono la notte nella foresta. Poi, dopo le pressioni di alcuni funzionari delle Nazioni Unite, fu concesso loro di entrare in Macedonia. La guerra in Kosovo era cominciata nel febbraio del 1998 e sarebbe durata fino al giugno del 1999. Fu combattuta dalle forze della Repubblica Federale della Jugoslavia (che allora erano i soldati delle Repubbliche di Montenegro e Serbia) contro l’Esercito di Liberazione del Kosovo, gruppo di ribelli kossovari albanesi la cui azione fu appoggiata anche dalla NATO e poi dall’esercito albanese. (REUTERS/Damir Sagolj/Files)

domenica 23 ottobre 2016

Diane Arbus


Non ho mai ottenuto uno scatto così come volevo: è sempre venuto migliore o peggiore.

sabato 22 ottobre 2016

Le 25 foto più rare della storia #3

3. La nuotatrice e attrice australiana Annette Kellerman provoca grande scandalo quando, a inizio ‘900, decide di battersi per il diritto di poter vestire un costume da bagno intero e attillato.


mercoledì 19 ottobre 2016

lunedì 17 ottobre 2016

I 20 siti Unesco più spettacolari d’Italia #6

Villaggio Nuragico di Barumini

Pronti ad un altro record tutto italiano? “Su Nuraxi” è il villaggio nuragico più grande del mondo, risale all'età nuragica e si trova in Sardegna, in territorio di Barumini. Immergetevi nei resti di una civiltà millenaria che ha abitato e caratterizzato questo territorio per moltissimo tempo, camminate tra i resti di questo insediamento e respiratene l’atmosfera: vi sembrerà di essere dentro una macchina del tempo.



sabato 15 ottobre 2016

World Press Photo 2016 #15/16

Primo, secondo e terzo premio Categoria Long Term Projects


Mary F. Calvert, USA, 2015 © Mary F. Calvert - Donne che hanno subito violenze e aggressioni durante il loro servizio militare nelle Forze Armate degli Stati Uniti.


Nancy Borowick, USA, 2015 © Nancy Borowick - La vita dei pazienti e dei loro parenti in cura per il cancro. Greenwich, Connecticut, US, 30 January 2013


David Guttenfelder, USA, 2015 © David Guttenfelder - La vita quotidiana dei cittadini nella Corea del Nord, uno dei paesi più isolati. Il fotografo ha negoziato un accesso senza precedenti. Le immagini sono state scattate in Corea del Nord tra il 25 febbraio 2008 - 23 Maggio 2015.

venerdì 14 ottobre 2016

La storia nelle foto di Reuters #44


I cadaveri di alcune persone - tra cui bambini - uccisi in un bombardamento chimico in un quartiere orientale di Damasco, la capitale siriana, il 21 agosto del 2013. Nell'attacco, dicono gli attivisti siriani, rimasero uccise almeno 213 persone tra cui molte donne e bambini. Diverse indagini successive compiute sia da organizzazioni non governative che dalle Nazioni Unite hanno attribuito la responsabilità dell'attacco al regime siriano di Bashar al Assad. Prima dell'attacco, il presidente statunitense Barack Obama aveva definito un eventuale uso di armi chimiche da parte del regime siriano una "linea rossa" superata la quale gli americani sarebbero intervenuti nella guerra contro Assad. Gli americani però non intervennero: si avviò invece un lungo processo di smantellamento dell'arsenale chimico di Assad, sotto la supervisione dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche, che per il suo lavoro vinse anche il premio Nobel per la Pace nell'ottobre 2013. (REUTERS/Bassam Khabieh/Files)

lunedì 10 ottobre 2016

Paul Fusco


Quel che puoi fare con un saggio fotografico non puoi farlo con singole foto. In ogni racconto la forma è incredibilmente importante. Shakespeare non è famoso perché sapeva mettere insieme una bella frase, ma perché aveva grandi storie da raccontare con belle frasi. Aveva il contenuto. Naturalmente il linguaggio è decisivo per l’espressione perché infonde vita alla storia.

lunedì 3 ottobre 2016

I 20 siti Unesco più spettacolari d’Italia #5

Monumenti Paleocristiani di Ravenna

Ravenna si inserisce nella World Heritage List dell'Unesco poiché custodisce un complesso di monumenti religiosi, otto per la precisione, risalenti all’epoca paleocristiana, di notevole bellezza e importanza storica, come il Mausoleo di Galla Placidia o la Basilica di San Vitale: i colori scintillanti dei mosaici in stile bizantino, che ammirerete qui, vi ammalieranno per la loro magnificenza e la loro ricchezza. Se siete pronti a farvi sorprendere dai segni di un’antica bellezza, maestosa e scenografica, scegliete Ravenna, possiamo garantirvi che vi conquisterà!



domenica 2 ottobre 2016

World Press Photo 2016 #14/16

Primo, secondo e terzo premio della Categoria Nature, storie


Tim Laman, USA, 2015 © Tim Laman - La vita degli oranghi selvatici nella foresta di Batang Toru, North Sumatra Province, Indonesia,17 March 2014


Brent Stirton, South Africa, 2015, Getty Images for National Geographic © Brent Stirton - La serie raffigura le persone in prima linea nella guerra al traffico illegale di avorio. Parco Nazionale Virunga in Congo, 26 Novembre 2014.


Christian Ziegler, Germany, 2015, for National Geographic © Christian Ziegler - Il Madagascar detiene più della metà delle specie di camaleonte del mondo; tuttavia, a causa della deforestazione, il 50 per cento del camaleonte specie è in via di estinzione.

sabato 1 ottobre 2016

La storia nelle foto di Reuters #43


Un giovane ruandese avvolto in una giacca a Goma, nella Repubblica Democratica del Congo. Diverse migliaia di persone nel novembre del 1996 si spostarono dalla città di Bukavu fino a Goma. Nella zona dei Grandi Laghi vennero istituiti nella seconda metà degli anni Novanta diversi campi profughi per gli sfollati delle guerre che si combatterono nella zona. Tra il 1996 e il 1997 ci fu la prima guerra del Congo: le forze armate del Rwanda invasero l’allora Zaire (oggi Repubblica Democratica del Congo), deposero l’allora presidente Mobutu Sésé Seko e lo sostituirono con il leader dei ribelli Laurent-Désiré Kabila. Le operazioni militari e la conseguente destabilizzazione delle regioni orientali dello Zaire furono una delle conseguenze del genocidio in Ruanda. Fu una delle crisi umanitarie peggiori degli ultimi trent'anni. (REUTERS/Corinne Dufka/Files)