giovedì 10 novembre 2016

La storia nelle foto di Reuters #46


Un funzionario con una tuta bianca protettiva controlla un bambino per verificare la presenza di eventuali segni di radiazioni. Il bambino proveniva da un'area evacuata vicino alla centrale nucleare di Fukushima Daiichi, a Koriyama, in Giappone, che riportò gravissimi danni dopo il terremoto e lo tsunami dell’11 marzo del 2011. La foto fu scattata due giorni dopo, il 13 marzo. Il terremoto e lo tsunami, che colpirono la costa nord-occidentale del Giappone, causarono la morte di oltre 15.800 persone. Le scossa più forte fu di magnitudo 9.0 e causò onde alte decine di metri. (REUTERS/Kim Kyung-Hoon/Files)

Nessun commento:

Posta un commento