sabato 15 novembre 2014

Henrik Nordbrandt

il sabato poesia

Dovunque andiamo

Dovunque andiamo, arriviamo sempre troppo tardi 
a ciò che un tempo siamo partiti per trovare. 
E in qualsiasi città ci fermiamo sono le case 
cui è troppo tardi per tornare i giardini 
in cui è troppo tardi per trascorrere una notte 
di luna e le donne che è troppo tardi per amare 
a tormentarci con la loro impalpabile presenza.

E qualsiasi strada ci sembri di conoscere 
ci porta lontano dai giardini fioriti 
che cerchiamo e che diffondono 
il loro pesante odore nel quartiere. 
E a qualsiasi casa torniamo 
arriviamo a notte troppo tarda 
per essere riconosciuti. 
E in qualsiasi fiume ci specchiamo 
vediamo noi stessi solo dopo 
aver voltato le spalle.

(da Poesia del Novecento in Italia e in Europa, Feltrinelli, 2000 – Traduzione di Bruno Berni)

Nessun commento:

Posta un commento