sabato 1 novembre 2014

Franco Fortini

il sabato poesia

Come una dopo l'altra

Come una dopo l'altra una dall'altra una
e un'altra ininterrottamente come lente e veloci
o come stagioni o come le ore o le api o le voci
o il pianto degli innocenti o lo strido delle foglie
o il vocío delle onde delle gocce delle scaglie
di pigna o l'ondulío della ragione nella sua cuna
o della dolorosa fortuna il lamento

ma sopra come la dominante ostinata ragiona
e dice e ridice una la verità.

1955

(da 'Questo muro', Mondadori, 1973)

Nessun commento:

Posta un commento