venerdì 18 luglio 2014

Le storie di Mario Carbone


Le storie di Mario Carbone (San Sosti, Cosenza 1924, vive e lavora a Roma)
La capitale è particolarmente affascinante nella seconda metà degli anni Cinquanta: sembra che tutti i riflettori siano puntati sulle sue vie, frizzanti di cambiamenti. Il dopoguerra è già lontano, si respira aria nuova. Qualche anticipazione del boom economico che di lì a poco avrebbe cambiato il volto dell’Italia.
[...]
Nei suoi scatti romani – fotografie spontanee nate dall’ispirazione del momento – troviamo realtà curiose, distanti anni luce dal presente. All’Isola Tiberina una coppia litiga animosamente: i loro gesti parlano più delle parole; i muratori in pausa pranzo sui gradini del piedistallo dell’Obelisco in piazza del Popolo; la modella in abito da cocktail in Via Francesco Crispi sul set improvvisato per la strada, tra i passanti che osservano la scena; il volto sorridente del padre di Mondino, fuori dalla trattoria del figlio in Via della Penna. Qui, tra le mura del Vero Albano è stata scattata una delle fotografie a cui Mario Carbone è più legato.

Nessun commento:

Posta un commento