sabato 17 dicembre 2011

Juan Ramòn Jiménez

il sabato poesia Destino! Che albero invisibile e infinito


Destino! Che albero invisibile e infinito
dà il tuo frutto, che l'anima
a volte raccoglie, maturo?

Quali di queste idee sono i tuoi rami,
di questi sentimenti sono i tuoi fiori,
di queste canzoni sono i tuoi uccelli,
di questi sorrisi i tuoi profumi?

Cosa alimenta le tue radici?
In che modo, da dove, come in questo limone
dalla mia finestra, tu entri
nella nostra stanza più interna
e lì sfiori, dolcemente, il cuore?


1 commento:

  1. Che ogni albero curi le sue foglie
    e non si curi del destino.

    RispondiElimina