sabato 16 luglio 2011

Ana Blandiana

il sabato poesia  Dovremmo

Dovremmo nascere vecchi,
già dotati d'intelletto,
capaci di scegliere la nostra sorte in terra,
quali sentieri si avviano dal crocevia d'origine
e irresponsabile sia solo il desiderio di andare avanti.
Poi, andando, ringiovanire, ringiovanire sempre più,
maturi e forti arrivare alla porta della creazione,
varcarla e nell'amore entrando adolescenti,
essere ragazzi alla nascita dei nostri figli.
Sarebbero più vecchi di noi comunque,
ci insegnerebbero a parlare, per addormentarci ci cullerebbero,
e noi scompariremmo sempre più, divenendo sempre più piccoli,
come un chicco d'uva, come un pisello, come un chicco di grano...

3 commenti:

  1. Bellissimi. Una visione più poetica ed efficace del film di David Fincher (Il curioso caso di Benjamin Button)

    RispondiElimina
  2. Meno poetica ma senza tristezza a me viene in mente anche quest'altra versione dell'idea... :D

    RispondiElimina