martedì 22 marzo 2011

Frammenti #38

Comune a tutti è il pensare.
Stobeo, Florilegio

Così dovrebbe essere, ma il realtà non lo è. Molte volte ascoltando un politico, un religioso o un astrologo, mi sono chiesto se sono mai stati attraversati dall'ombra del dubbio. Cosa vuol dire, infatti, "pensare"? Vuol dire sottoporre un'idea alla verifica del pensiero, salvo poi accettarla se ha superato tutte le possibili obiezioni. E anche in quest'ultimo caso, l'accettazione è da considerarsi temporanea, valida cioè fino a quando una nuova idea non la rimette in discussione. Il dubbio, insomma, è una ginnastica della mente. Forse. L.D.C.

Nessun commento:

Posta un commento