giovedì 17 marzo 2011

150 anni dell'unità d'Italia


[...] Io mi sento italiano di un'Italia tutta intera, anche se oggi mi fa paura sul piano politico e sociale [...] 
[...] Comunque sono orgoglioso di essere italiano, perché non frequento Montecitorio bensì i bar e vedo un'Italia sorretta da persone per bene.  

(Davide Van De Sfroos)


via | tecnova

2 commenti:

  1. Mah.
    Io non sono orgogliosa di essere italiana, così come non me ne vergogno. Non amo questo paese per principio solo perchè sono nata dentro i suoi confini. E non provo empatia per le buone azioni di alcuni solo in base alla condivisione del passaporto.
    Questo anniversario, al di là della conoscenza della storia, mi lascia del tutto indifferente. (A farmi incazzare, e molto, è invece la retorica patriottista fascistoide tirata fuori per l'occasione da diversi personaggi).

    RispondiElimina
  2. Grazie per questo video molto commovente.
    Forse l'Italia è di nuovo da ricostruire, ma per farlo, dobbiamo essere uniti.
    Buona giornata Novalis,
    Lara

    RispondiElimina