sabato 5 febbraio 2011

Manolo Alvarez

il sabato poesia Bisogna


Bisogna essere felici di nulla,
magari di una goccia d’acqua
oppure di un filo di vento.
Di un animaletto che si posa
sul tuo braccio o del profumo
che viene dal giardino.
Bisogna camminare su questa terra
con le braccia tese verso qualcosa che verrà
e avere occhi sereni per tutte le incertezze del destino.
Bisogna saper contare le stelle,
amare tutti i palpiti del cielo
e ricordarsi sempre di chi ci vuole bene.
Solo così il tempo passerà senza rimpianti
e un giorno potremo raccontare
di aver avuto tanto dalla vita.

Manolo Alvarez, poeta contadino spagnolo

5 commenti:

  1. Alla vita, ente finito.

    Non sei bella
    e nemmeno bellissima
    sei qualcosa di più

    il mondo così com’è
    ti sta sorridendo
    ringrazialo stronza.

    RispondiElimina
  2. Solo stando a contatto con la terra, si può percepire la vita.
    Un filo di vento ...
    Molto bella, grazie Novalis,
    Lara

    RispondiElimina
  3. Di un animaletto che si posa sul tuo braccio...
    Certo, finchè è una coccinella tanta felicità e fortuna, ma che si fa quando la bestiolina diventa, per esempio, un grosso e aggressivo calabrone? :D

    (Bella poesia, lieve).

    RispondiElimina