sabato 8 gennaio 2011

Andrea Fadda

il sabato poesia Cercando logiche leggere


Cercando logiche leggere
dove non resta che sabbia
onoro
questi incantati sentieri
e ciò che la strada
vuole ch'io sia
senza ordinarmi l'entrata
o l'uscita di scena.

Così,
canna al vento,
piego i desideri
all'improbabile attesa
d'un vortice divino
che rimescoli il progetto
di questo svogliato resistere.

Unghie
ficcate per terra,
lascio solchi d'argento
nella schiena paziente
del passato remoto
e guardo albeggiare
la storia che viene.

Mi basta solamente
un ruolo di comparsa
per continuare a respirare...

Andrea Fadda

1 commento:

  1. La strada siamo noi e il viaggio è la nostra meta.
    A me piace così.
    Ciao Novalissimo.

    RispondiElimina