sabato 20 novembre 2010

Patrizia Bossoni

il sabato poesia  Tempo

Con artigli d’acciaio
avanza.
Incessante,
silenzioso
nel suo eterno cammino
senza inizio e senza fine.

Procede altero
il nomade solitario
dall’unico pensiero:
tessere l’essere in divenire.

L’attimo compiuto
è già passato.
L’attimo presente
è già morente.
L’attimo a venire
è già battente.

È il viandante senza terra
che passando
graffia,
senza farsi scalfire.

1 commento: