lunedì 22 novembre 2010

Frammenti #33

Il Dio (Apollo) a cui appartiene l'oracolo che sta a Delfi, non dice e non nasconde: accenna.
Plutarco, Sugli oracoli della Pizia.

Se è vostra intenzione diventare maghi, ricordatevi di restare sempre nel vago. Vi accorgerete che i vostri clienti faranno di tutto per adattare le vostre previsioni ai fatti. Tra dieci profezie dette a casaccio, basta azzeccarne una, anche in modo approssimativo, per diventare un indovino di fama nazionale. Delle altre nove, quelle andate a male, nessuno ha interesse a ricordarle: né il mago, né il cliente. Un vero maestro in questo campo è stato Nostradamus. Scrivendo quartine senza capo né coda, ha reso facilissimo l'adattamento a ogni tipo di evento. Datemi, infatti, una qualsiasi quartina di Nostradamus, e io vi troverò, immediatamente, un riferimento alla cronaca di oggi. L.D.C.

1 commento:

  1. Funzionano così anche gli oroscopi. Siamo noi, se ci crediamo, a trovare più o meno consciamente le corrispondenze. Beata razionalità.

    RispondiElimina