sabato 1 maggio 2010

François Cheng

agenda letteraria

Tracce che lascia ogni destino benigno, per niente
In linea retta ma in cerchi concentrici, cerchi
Che altri cerchi raggiungono mossi da amore
Fino a raggiungere l’immenso cerchio iniziale
Che tutto calamita da sempre, mescolando
Destini infranti e sogni primordiali

Foglie cadute, fermenti di una primavera altra.

Nessun commento:

Posta un commento