martedì 18 maggio 2010

Frammenti #21

Il mondo che abbiamo intorno, e che è lo stesso per tutti, non lo creò nessuno degli Dei o degli uomini, ma fu, è, e sempre sarà, Fuoco vivente. Un bel Fuoco che divampa e si spegne secondo misura.
Clemente Alessandrino, Stromata
Plutarco, Sulla generazione dell'anima nel Timeo
Simplicio, Commento al "De caelo" di Aristotele.


Dire che il mondo è stato creato dal Fuoco, e non da Dio, non è che cambi molto le cose. Al massimo sarà un po' più imbarazzante, il Giorno del Giudizio, vederlo seduto al centro del tavolo. L.D.C.

2 commenti: