sabato 20 febbraio 2010

Giorgio Caproni

agenda letteraria Maschere

Il mare brucia le maschere,
le incendia il fuoco del sale.
Uomini pieni di maschere
avvampano sul litorale.

Tu sola potrai resistere
nel rogo del Carnevale.
Tu sola che senza maschere
nascondi l’arte d’esistere.

1 commento:

  1. Sembra una scalinata che scende al mare, frequente a Genova,con un ruscellare di note che vanno incontro alla donna amata.

    RispondiElimina