sabato 3 ottobre 2009

Robert Frost

il sabato poesia: Ottobre


O dolce quieta mattina d'ottobre,
Sono pronte a cadere le tue foglie.
Il vento di domani, se sarà
Forte, tutte le sperderà.
Sopra la selva il richiamo dei corvi,
Forse domani se n'andranno a schiera.
O dolce quieta mattina d'ottobre,
Lente inizia le ore di questo giorno.
Fa' che il giorno ci sembri meno breve.
Noi, cuori non avversi all'illusione,
Illudi nel modo che sai.
Stacca una foglia all'aprirsi del giorno,
A mezzodì stacca un'altra foglia;
Una dai nostri alberi, una molto lontano.
Attarda il sole con la nebbia gentile:
Incanta la terra col tuo ametista
Oh lentamente!
Per amore di quella vigna, non foss'altro,
Le cui foglie già sono strinate dal gelo,
I cui grappoli andranno altrimenti perduti
- Per amore di quella vigna lungo il muro.

4 commenti:

  1. Qui è ancora estate.

    :-D

    buon fine settimana di poesia e musica.

    RispondiElimina
  2. Ottobre... forse il mio mese preferito.
    Ottima la scelta di Frost, e molto bella anche l'immagine. Di pacifica sospensione.

    RispondiElimina
  3. " Noi,cuori non avversi all'illusione" un verso carezzevole.
    Ross mi ha preceduta nell'esprimere apprezzamento per l'immagine che fa da sfondo. Oserei dire che la preferisco alla poesia.
    Ciao Novalis ;)

    RispondiElimina
  4. @Saamaya: anche qui.
    A questo punto, buona settimana anche a te.

    @Ross e @filo: concordo sull'immagine. Ciao

    RispondiElimina