lunedì 19 ottobre 2009

Egon Schiele


Ora osservo soprattutto i movimenti corporei dei monti, delle acque, degli alberi, dei fiori. Tutto mi richiama alla memoria i movimenti analoghi del corpo umano, i moti analoghi di gioia e di sofferenza delle piante. La sola pittura non mi basta; so che con i colori è possibile creare qualità intrinseche.
Si può presentire intimamente, nel profondo del cuore, un albero autunnale in piena estate; io vorrei dipingere questa malinconia.

Tratto da lettere di
Egon Schiele

1 commento:

  1. La malinconia è un sostegno alla vita, un modo di percepire la realtà al di là dell'apparenza.
    Ciao Novalis ;)

    RispondiElimina