martedì 18 agosto 2009

E' morta Fernanda Pivano


E' morta Fernanda Pivano, aveva da poco compiuto 92 anni.

"Con molto dolore per i morti e per la tragedia devo dichiararmi perdente e sconfitta perchè ho lavorato 70 anni scrivendo esclusivamente in onore e in amore della non violenza e vedo il pianeta cosparso di sangue".

E' la frase scritta da Fernanda Pivano l’11 settembre del 2001, che compare nel suo sito.

Fernanda Pivano è stata giornalista, scrittrice, traduttrice e critica musicale. La sua attività poliedrica l’ha portata ad essere testimone di avvenimenti e personaggi letterari profondamente radicati nella cultura del secolo passato. E' stata una figura di rilievo nella scena culturale italiana, protagonista e testimone dei più interessanti fermenti letterari del secondo novecento, amica, ambasciatrice e complice di autori leggendari, a lei si deve la pubblicazione e la diffusione in Italia degli autori della cosiddetta Beat Generation. E a lei si deve la conoscenza di un capolavoro della poesia americana come l'Antologia di Spoon River, di Edgar Lee Masters. Anche attraverso quell'opera ci furono l'incontro e l'amicizia con Fabrizio De Andrè.

....dormono, dormono sulla collina.

(varie informazioni dalla rete)

6 commenti:

  1. Me la ricorderò, la Pivano. Ogni volta che leggerò l'Antologia di Spoon River.

    RispondiElimina
  2. Si dovrebbe dire che Dylan è il De Andrè Americano...
    Una sua frase citata oggi a dimostrazione della sua amicizia per il cantautore genovese

    RispondiElimina
  3. Una bella figura nel panorama culturale internazionale che ha attraversato il '900 facendoci conoscere talenti, non solo americani,all'epoca sconosciuti.

    RispondiElimina
  4. E se non bastasse anche Kezich se è andato. Che agosto...

    RispondiElimina
  5. Teatro Binario 7, 15 – 16 gennaio
    LA CANZONE DI NANDA
    Giulio Casale
    uno spettacolo di teatro-canzone
    dai Diari 1917-1973 di Fernanda Pivano
    di e con Giulio Casale
    scenografia e immagini di Lucio Diana
    regia di Gabriele Vacis
    produzione AGIDI
    Biglietto: Intero € 18; Ridotto € 12; Under18 € 6
    Le date in programma:
    sabato, 15. gennaio 2011
    Inizio Spettacolo ore: 21:00
    PRENOTA
    domenica, 16. gennaio 2011
    Inizio Spettacolo ore: 16:00
    PRENOTA
    domenica, 16. gennaio 2011
    Inizio Spettacolo ore: 21:00
    PRENOTA
    “Nanda dice:
    America, metà anni cinquanta: è lì e in quel momento che nascono i giovani, prima non c’erano veramente… o se c’erano nessuno se li filava. Contavano gli anziani, i saggi, solo i vecchi avevano voce in capitolo”
    “Ma Nanda dice:
    Sempre in America, sempre metà degli anni cinquanta, altri giovani, invece di cavalcare mode e conformismi imposti dal mercato… resistono. Resistenza passiva a tutti i condizionamenti imposti dalla società costituita. Questi, gli altri, sono beat…"

    Lo spettacolo di Giulio Casale è dedicato a una delle figure principali del panorama culturale italiano, la scrittrice e traduttrice, scomparsa nell’agosto 2009, Fernanda Pivano. La canzone di Nanda ripercorre le tappe di un’avventura lunga quasi un secolo attraverso i Diari 1917-1973 (opera pubblicata da Bompiani) e i racconti originali che la Pivano ha fatto a Casale negli anni della loro frequentazione, dando così vita
    ad un affresco poetico ricco di figurazioni e melodie.
    La narrazione è accompagnata da immagini inedite e sottolineata da momenti musicali che attraverseranno le tappe più importanti della letteratura americana, da Hemingway ai giorni nostri, soffermandosi in particolare sulla beat generation.
    Un tributo, dunque, che riporta in scena la Nanda stessa e la sua passione per la letteratura, la musica, la libertà.
    “La canzone di Nanda - dichiara Giulio Casale - è uno spettacolo di teatro canzone e nasce dall’idea di unire i tanti amici e i tanti amori artistici di Fernanda Pivano attraverso una drammaturgia che contenga non solo i riferimenti ai grandi poeti, scrittori, artisti, ma anche le canzoni più rappresentative di un’epoca, che segnano anche i tempi della narrazione scenica. Questo lavoro nasce perché credo che la lezione libertaria e pacifista di Fernanda Pivano, vera selezionatrice di momenti eccellenti in letteratura e nell’arte in generale, sia quanto mai urgente oggi”.
    Teatro Binario 7 - Via Turati 8, 20052 Monza
    Telefono: 039.2027002
    Fax: 039.2230419
    e-mail: biglietteria@teatrobinario7.it
    www.teatrobinario7.it

    Orari:
    lunedì - venerdì dalle ore 15.00 alle ore 18.30
    Nei giorni di spettacolo:
    Giovedì, Venerdì e Sabato: dalle 19.00
    Domenica: dalle ore 14.30 alle 16.30 e dalle 19.00
    I biglietti prenotati dovranno essere ritirati nei giorni e negli orari di apertura della biglietteria e, tassativamente, entro 1 ora prima dell’inizio dello spettacolo.

    RispondiElimina
  6. Teatro Binario 7, 15 – 16 gennaio
    LA CANZONE DI NANDA
    Giulio Casale
    uno spettacolo di teatro-canzone
    dai Diari 1917-1973 di Fernanda Pivano
    di e con Giulio Casale
    scenografia e immagini di Lucio Diana
    regia di Gabriele Vacis
    produzione AGIDI
    Biglietto: Intero € 18; Ridotto € 12; Under18 € 6
    Le date in programma:
    sabato, 15. gennaio 2011
    Inizio Spettacolo ore: 21:00
    PRENOTA
    domenica, 16. gennaio 2011
    Inizio Spettacolo ore: 16:00
    PRENOTA
    domenica, 16. gennaio 2011
    Inizio Spettacolo ore: 21:00
    PRENOTA
    “Nanda dice:
    America, metà anni cinquanta: è lì e in quel momento che nascono i giovani, prima non c’erano veramente… o se c’erano nessuno se li filava. Contavano gli anziani, i saggi, solo i vecchi avevano voce in capitolo”
    “Ma Nanda dice:
    Sempre in America, sempre metà degli anni cinquanta, altri giovani, invece di cavalcare mode e conformismi imposti dal mercato… resistono. Resistenza passiva a tutti i condizionamenti imposti dalla società costituita. Questi, gli altri, sono beat…"

    Lo spettacolo di Giulio Casale è dedicato a una delle figure principali del panorama culturale italiano, la scrittrice e traduttrice, scomparsa nell’agosto 2009, Fernanda Pivano. La canzone di Nanda ripercorre le tappe di un’avventura lunga quasi un secolo attraverso i Diari 1917-1973 (opera pubblicata da Bompiani) e i racconti originali che la Pivano ha fatto a Casale negli anni della loro frequentazione, dando così vita
    ad un affresco poetico ricco di figurazioni e melodie.
    La narrazione è accompagnata da immagini inedite e sottolineata da momenti musicali che attraverseranno le tappe più importanti della letteratura americana, da Hemingway ai giorni nostri, soffermandosi in particolare sulla beat generation.
    Un tributo, dunque, che riporta in scena la Nanda stessa e la sua passione per la letteratura, la musica, la libertà.
    “La canzone di Nanda - dichiara Giulio Casale - è uno spettacolo di teatro canzone e nasce dall’idea di unire i tanti amici e i tanti amori artistici di Fernanda Pivano attraverso una drammaturgia che contenga non solo i riferimenti ai grandi poeti, scrittori, artisti, ma anche le canzoni più rappresentative di un’epoca, che segnano anche i tempi della narrazione scenica. Questo lavoro nasce perché credo che la lezione libertaria e pacifista di Fernanda Pivano, vera selezionatrice di momenti eccellenti in letteratura e nell’arte in generale, sia quanto mai urgente oggi”.
    Teatro Binario 7 - Via Turati 8, 20052 Monza
    Telefono: 039.2027002
    Fax: 039.2230419
    e-mail: biglietteria@teatrobinario7.it
    www.teatrobinario7.it

    Orari:
    lunedì - venerdì dalle ore 15.00 alle ore 18.30
    Nei giorni di spettacolo:
    Giovedì, Venerdì e Sabato: dalle 19.00
    Domenica: dalle ore 14.30 alle 16.30 e dalle 19.00
    I biglietti prenotati dovranno essere ritirati nei giorni e negli orari di apertura della biglietteria e, tassativamente, entro 1 ora prima dell’inizio dello spettacolo.

    RispondiElimina