venerdì 20 marzo 2009

Pablo Picasso


"Ho imparato a dipingere come Raffaello; adesso devo imparare a disegnare come un bambino".

10 commenti:

  1. Com'è che non mi hai messo il "Nudo di donna con mela"? Va bene anche questa.

    RispondiElimina
  2. è la saggezza di chi si appropria di una tecnica, di un sistema, di un sapere ... nel momento in cui ce l'hai acquisti anche la sicurezza di poterne fare a meno, molto zen, buona giornata e baci t.

    RispondiElimina
  3. Parole sante di zio Pablo. C'è da farne un ciclo di conferenze.

    RispondiElimina
  4. Assolutamente naturale per il periodo riappropriarsi della primitività del gesto: Paul Klee fu un esempio di decostruzione del segno. Gauguin andò a cercare il primitivo nelle isole. Tutti adoravano Rousseau per la sua ingenuità segnica e perchè il doganiere non era un colto come loro, ma dipingeva così perchè era un semplice. La complessità delle loro menti cercava la strada per la purezza dei segni. Ci riuscirono? Io credo di sì, ma credo anche che questo periodo fu rimosso da eventi quali le guerre e lo sviluppo economico che portò alla "cattiva fede" nell'arte contemporanea.

    RispondiElimina
  5. Certo che se lo dice Picasso.... tutti pronti a celebrare....! ciao ciao t.v.27

    RispondiElimina
  6. E' importante distinguere la figura di Picasso dalle mode che lo vogliono abbinamento d'arredo nelle sale d'aspetto dei dottori. Se vediamo la sua arte nel periodo in cui è nata, possiamo capire che Marylin Manson in quanto a trasgressività, è un pivello senza peli sul pube. C'e una foto di Duchamp dei primi del '900, dove l'artista si e rasata una chierica forma di stella. Altro che Prodigy! Siamo noi a fare un uso ridicolo della trasgressione.

    RispondiElimina
  7. A me Picasso piace! E non sto a dire perchè: non lo so.

    RispondiElimina
  8. ARCHIVIO DELLA DISLOCAZIONE
    L’archivio della dislocazione documenta il trasferimento continuo di sé.
    Ad ognuno dei partecipanti al progetto è richiesto di realizzare fotografie di sé nel contesto di panorami più o meno noti, esibendo nella mano la cartolina del proprio luogo di provenienza.
    http://dislocazione.altervista.org

    RispondiElimina