domenica 6 luglio 2008

Il blog aiuta

Scrive Benedetta Perilli su Repubblica (traducendo uno studio dell'università australiana di Swinburne) che, "un blog aiuta a vivere meglio e ci rende (uso il plurale) meno ansiosi e più socievoli."
Lo studio condotto dal ricercatore James Baker indica i social network e i diari online come panacea dell'umore e dei rapporti interpersonali.
Continua l'articolo sul quotidiano: "Saranno pure nerd (con la enne, ndr) ma almeno sono felici. Basta con le preoccupazioni: di blog non si muore ma soprattutto bloggando si vive meglio."

Tirando un sospiro di sollievo, stavo infatti preoccupandomi della mia integrità psico-fisica, continuo l'articolo: "... Ma non solo. Lo studio ha dimostrato che dopo due mesi di attività su un social network, dalla semplice richiesta di amicizia allo scambio di video, tutti gli utenti si sentono meno ansiosi e depressi ma quelli che hanno affiancato a queste attività quelle del blogging vivono meglio anche le relazioni fuori dal web. ... Secondo Fernett e Brock Eide, neurologi specializzati nello studio dell'apprendimento nei giovani, il blog rende chi lo apre un miglior pensatore."

Allora è fatta, potrò così dimostrare la potenzialità salutare del blog a quei miei amici riluttanti al web, continuo a leggere: "... Ecco dunque che il blog è stato preso ad esempio come una nuova attività fondamentale del comportamento umano che potrebbe cambiare radicalmente la maniera di pensare delle persone fino a concludere che bloggare può potenziare la creatività, l'intuito e il ragionamento per associazioni. La facilità con cui chiunque può pubblicare un blog online promuoverebbe dunque connessioni spontanee e accrescerebbe la creatività. I neurologi hanno inoltre concluso che i diari online migliorerebbero il pensiero critico e analitico anche solo perché, essendo ricchi di idee, informazioni e opinioni, facilitano lo scambio di pareri, il confronto e l'analisi."

Nooo!, allora bisogna farne materia scolastica obbligatoria, finisco l'articolo: "... Gli studiosi hanno concluso che tenere un blog è come scrivere un diario che aiuta le persone a esternare le proprie emozioni e a parlare dei propri sentimenti e problemi. La differenza con i diari cartacei sta però nel fatto che quelli online sono a carattere pubblico e invitano quindi gli altri a lasciare un'opinione su quello che leggono."

Ai POSTeri l'ardua sentenza ...

6 commenti:

  1. Diciamo che potrebbe essere ai livelli minimi, ma...
    "...il blog rende chi lo apre un miglior pensatore": tu ritieni che questa massima si addica allo psycho? (Non so se Lui tiene un blog: altrimenti glielo si potrebbe suggerire, o anche obbligarlo. Migliorerebbe, stando a questa ricerca, i suoi ragionamenti). Ad majora!

    RispondiElimina
  2. per me il blog è una maschera io se posso scegliere preferisco vedere l'espressione di una persona nel momento in cui mi comunica delle cose o almeno sentire la sua voce, questo mezzo ti permette di comunicare anche delle falsità senza che nessuno abbia la percezione di questo, io posso anche crederti perchè ti conosco di persona, ma gli altri blogger mi possono raccontare quello che vogliono,.......Chiara.

    RispondiElimina
  3. Quello che dici è vero ma, comunicare "verbalmente" è possibile solo con gli amici o le persone che ti girano intorno, e a volte non bastano, perchè hanno altro da fare o perchè hanno interessi diversi dai tuoi.
    Blog-web-rete significa condivisione/scambio, significa crescita. Io amo la musica, la fotografia, la poesia e questo "strumento" mi da la possibilità di apprendere, conoscere e scambiare le mie idee, le mie passioni, le mie emozioni con altri, e gli "altri" (anche se virtualmente) li sento spesso più vicini delle persone che fisicamente lo possono essere, e per vicini intendo di "interessi & passioni".
    Credo poi che anche "virtualmente" si capisca se uno mente, a volte meglio che in persona.
    Il problema più grosso, invece, è scervellarsi per capire quale Chiara sei tra le "tante" che conosco ?

    RispondiElimina
  4. Ma anche un blogghetto qualsiasi ?!?
    ciao

    RispondiElimina
  5. Il mio blog (e quelli degli altri) mi hanno ridato una notevole stabilità mentale.

    RispondiElimina
  6. Bloggando si vive....
    meglio è da vedere.....

    RispondiElimina